Gioco Jollysmile

Giochi
G012_1500
50 Articoli

Mazzo di Carte Gioco Jollysmile 57095

  Spedizione gratuita in tutta Italia

Per ordini superiori ai 100 €

  Problemi con l'ordine?

Contattaci via mail: info@gaudium.it

8,11 €
Tasse incluse
Quantità

Mazzo di Carte Gioco Jollysmile 57095. Un gioco con una valenza didattica, terapeutica riabilitativa, e di competizione. Uno strumento utile per maestre e per logopedisti. Con questo gioco divertente e colorato i più piccoli impareranno a scrivere i numeri e le lettere, individueranno tanti oggetti per ogni vocale e consonante dell’alfabeto, faranno somme, scopriranno e comporranno le loro prime parole, impareranno il colore e gli oggetti delle stagioni. Per i più grandi sarà una gara a chi sa di più e a chi userà la migliore strategia di presa. Il jollysmile darà tantissime possibilità per prendere carte in tavola. I giocatori dovranno essere sempre concentrati perché gli avversari sono sempre in agguato e con uno smile potranno soffiare la presa da sotto il naso del giocatore poco attento. Misura delle Carte: mm 60,5 x 80,5. Misura Confezione: cm 10,5 x 14 x h 2,5. Peso: gr 160. Regole del gioco Contenuto Un mazzo di 110 carte costituito da •40 carte-numero Sono suddivise in quattro semi diversi che rappresentano le stagioni(autunno inverno primavera estate) aventi ciascuna l’identica serie di valori, che va dal numero 1 al numero 10. •68 carte-lettera che comprendono tutte le 26 lettere dell’alfabeto in diverso numero rispettando l’analisi delle frequenze nella crittoanalisi di un testo in lingua italiana. A scopo didattico il pattern di fondo delle carte-lettera è costituito dall’insieme dei disegni delle voci più comuni che iniziano per quella lettera. Per esempio lo sfondo della lettera A presenta i disegni delle seguenti voci: Arcobaleno, Anello, Aquilone, Ago, Ananas, Automobile, Abito, Ancora, Anfora, Asino, Arco, Ape, Aereo, Amo. Le 68 carte sono così suddivise: lettere E A, 7 carte – lettera I, 6 carte – lettera O, 5 carte – lettere L N, 4 carte – lettere R T, 3 carte – lettere B C D F G H M P S U V, 2 carte – lettere J K Q W X Y Z, 1 carta. •2 carte-jollysmile JOLLYSMILE Il gioco del JOLLYSMILE consiste principalmente nell’impossessarsi delle carte che si trovano, scoperte, sul tavolo rispettando le regole sulle prese per formare somme o parole. Vince il giocatore che alla fine delle mani avrà totalizzato il maggior numero di carte. IMPORTANTE!!! Per poter “soffiare” una presa non effettuata dall’avversario bisogna pronunciare ad alta voce la parola SMILE.Durante lo svolgimento del gioco può accadere infatti che il giocatore di turno tiri giù una carta lettera o numero e non si accorga che avrebbe potuto effettuare una presa, chi per primo pronuncerà ad alta voce la parola SMILEpotrà fare sua quella presa anche se non è il suo turno. Se però lo Smile chiamato dal giocatore X risulti “a vuoto” ossia “errato”, dopo le verifiche da parte del mazziere e di tutti gli astanti, il giocatore X pagherà una “penale”, ovvero dovrà prendere dal suo mazzetto delle prese effettuate le prime 2 carte superiori e le dovrà rimettere in gioco scoprendole al centro del tavolo. E nel caso in cui il giocatore X non abbia ancora effettuato prese, non appena lo farà dovrà ricordarsi di pagare la penale pena uscita dal gioco. Preparazione Si userà il mazzo completo di 110 carte se i giocatori decidono di far valere anche le parole in lingua inglese. Mentre si userà il mazzo di 105 carte (si escluderanno dal mazzo le carte-lettera J, K, W, X,Y) se i giocatori decidono di far valere le parole in lingua italiana e solo le parole in lingua inglese di uso comune nella lingua italiana (esempio: bar, pub, big, over) quelle che si trovano come lemmi in un qualsiasi dizionario comune. Al gioco possono partecipare molte persone, le tabelle che seguono prevedono fino a 20 giocatori ma questi possono essere molti di più utilizzando diversi mazzi e una adeguata distribuzione delle carte. Si decide chi sarà il mazziere il quale dirigerà il gioco e inizierà a distribuire le carte in base alle tabelle che si trovano nel libricino delle regole.-La presa con le carte-numero Occorre avere una carta che abbia lo stesso valore di quella che si vuole prendere, oppure una carta il cui valore sia uguale alla somma di due o più carte che si intendono prendere. Supponiamo che sul tavolo vi siano, scoperte, le seguenti carte: Chi deve giocare, avendo in mano un 2, può prendere il 2 che c’è in tavola. Se il giocatore avesse in mano un 5 potrebbe prendere dal tavolo, contemporaneamente, il 2 e il 3, in quanto il valore della carta che ha in mano eguaglia la somma dei valori di quelle due carte che ci sono in tavola. Se il giocatore avesse in mano un 9 potrebbe effettuare la presa di tre carte, il 3, il 4 e il 2, la cui somma fa appunto 9. Attenzione però che una sola carta può prendere due o più carte soltanto nel caso in cui non vi sia in tavola una carta avente lo stesso valore. Tornando al caso sopra descritto, il giocatore che avesse avuto in mano un 6 non avrebbe potuto prendere il 4 e il 2, in quanto sarebbe stato costretto a prendere il 6 presente sul tavolo. Ovviamente il giocatore di turno che non ha la possibilità di presa dovrà tirare giù una sua carta senza prendere nulla. La presa con le carte-lettera Per le carte-lettera la presa non si può effettuare vocale con vocale ma solo consonante con consonante oppure componendo una parola minimo di 3 lettere. La carta-jollysmile la si può far valere qualsiasi numero (massimo 10) o qualsiasi lettera. Parole valide. Sono ammessi tutti i vocaboli previsti dal dizionario: sostantivi, aggettivi, verbi all’infinito e coniugati, nomi propri di persone, geografici, avverbi, congiunzioni, articoli, pronomi, preposizioni semplici ed articolate, esclamazioni (esempio ohibò, mah, boh, ahimé, ehi). L’accento di una parola la si può sottintendere (esempio: se formo con le carte-lettera la parola pesco questa la posso intendere come pesco, albero, oppure come pescò, passato remoto del verbo pescare terza persona singolare). NON SONO AMMESSE le sigle, le abbreviazioni e le parole in dialetto. Il gioco La regola stabilisce che i giocatori debbano alternarsi nell’essere mazzieri. Il mazziere sarà il giudice di turno di quella partita, spetterà a lui risolvere eventuali controversie. Il turno iniziale viene sorteggiato facendo una conta. Stabilito il mazziere, questi procederà a mischiare le carte facendole tagliare dall’avversario alla sua destra. Tagliato il mazzo, inizierà a distribuire le carte della prima mano partendo dal giocatore alla sua sinistra. Quindi si giocherà in senso orario. A seconda di quanti giocatori partecipano alla partita, il mazziere distribuirà un determinato numero di carte, vedere la TAB.1 o TAB. 2, e, secondo sempre queste due tabelle, disporrà sul tavolo un determinato numero di carte scoperte. Se all’inizio del gioco compare il JollySmile tra le carte messe al centro del tavolo, chi è di turno, potrà usarlo liberamente con o senza la sua carta da giocare in quest’ultimo caso effettuerà la giocata con la sua prima carta in mano, dopo la presa con il JollySmile. Se all’inizio del gioco compare tra le carte messe al centro del tavolo una parola già formata, chi è di turno può farla sua e poi giocare la sua carta. Facciamo una partita Iniziamo a giocare. Ci riferiremo, per semplicità, ad una partita fra 2 giocatori (Aldo e Asia) utilizzando il mazzo di 105 carte. Grazie alla conta, Aldo farà il mazziere. Aldo procederà a distribuire tre carte ad Asia, tre a sé stesso e quindi ne metterà 3, scoperte, al centro del tavolo. Spetterà ad Asia la prima mossa: dovrà utilizzare una sola carta per volta. Ovviamente il giocatore che è di turno o prende qualcosa dal centro del tavolo o, non potendo prendere nulla, scopre una delle sue carte. Può succedere che Asia abbia tirato giù una carta e non si accorga della possibilità di presa che aveva appena avuto, in questo caso Aldo potrà pronunciare la parola “Smile” per fare sua la presa e subito dopo giocare la sua carta. Esaurito il primo gruppo di tre carte si procede ad una nuova distribuzione. Si giocherà fino all’esaurimento di tutte le carte del mazzo. Dopo che Aldo giocherà la sua ultima carta dell’ultima mano, tutte le carte che rimarranno a terra saranno prese dal giocatore che avrà effettuato per ultimo una presa. A questo punto si procederà al conteggio delle carte dei due giocatori, vince chi ne possiede di più.

G012_1500
50 Articoli

Prodotti correlati

(Ci sono 16 altri prodotti della stessa categoria)

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password